Il restauro di uno strumento musicale é un’operazione delicatissima ed affascinante. Pochi altri lavori mi danno eguale soddisfazione quanto quella di ridare voce e dignità ad uno strumento che tutto ormai aveva perduto.

Ecco una chitarra del maestro Bartolommeo Castellani, Firenze 1808,  nelle condizioni in cui mi venne affidata.

Ed a lavoro finito…

Restaurare uno strumento in queste condizioni presuppone dapprima la ricerca di ogni possibile documentazione utile a conoscere al meglio le caratteristiche di analoghi strumenti del Maestro costruttore, per poi reperire i materiali più adatti a sostituire le parti mancanti affinché il restauro sia il meno possibile invasivo e l’oggetto si presenti nelle sue caratteristiche originali.

Questo antico ed importante violino ha riacquistato la sua voce e la sua originale bellezza.

Un violoncello caduto a terra che ha riportato dei danni gravissimi necessita di un lavoro di restauro molto complesso, ma alla fine il risultato può essere molto soddisfacente!

Condividi!Share on Facebook0Tweet about this on TwitterEmail this to someoneShare on LinkedIn0